MICHELA MARZANO / LECTIO SULL’AMORE

Michela Marzano rivendica anche nel nuovo romanzo “Idda”, la forza dell’amore che sopravvive all’oblio. E lo fa con una narrazione incentrata sull’identità, la memoria, la potenza carsica delle relazioni. Perché l’amore, per questa scrittrice che è professore ordinario di filosofia morale all’università Paris Descartes, è da sempre al centro di ogni ragionamento. Lei che si è nutrita di filosofi, poeti, romanzieri, sa quanto è stato detto sul tema. Ma sa anche che l’amore c’entra poco o niente con i libri o le teorie: l’unico amore che vale la pena di essere raccontato è quello quotidiano, reale, concreto. “L’amore che siamo e che ci portiamo addosso”, scrive. Questa parola torna spesso nei suoi titoli. In “L’amore che mi resta” scrive un commovente romanzo sulla maternità, affondando il bisturi sul dolore. In “L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore” compone un saggio di lucida e inquietante analisi attraverso gli strumenti della filosofia.